Microfiltrazione e filtrazione

Filtro a tamburo con microschermo

Funzione:

  • I filtri a tamburo con microschermo sono una soluzione ideale per la filtrazione di acqua proveniente da impianti di trattamento delle acque reflue.
  • Inoltre, i filtri vengono utilizzati per la filtrazione di acqua proveniente da cartiere e dall’industria tessile, da impianti energetici e di riscaldamento, allevamenti ittici, zoo e da molti altri impieghi.

Sistema “CLI-CLO”:

Il principio si basa su una cartuccia di supporto uniforme con un tessuto filtrante variabile per tutte le dimensioni del filtro. La cartuccia di filtrazione può essere installata in modo molto rapido senza alcun elemento o strumento di serraggio.

Vantaggi:

  • considerevole miglioramento della qualità dell’acqua trattata
  • poco spazio richiesto
  • basso investimento e ridotti costi operativi
  • funzionamento del tutto automatizzato
  • considerevole affidabilità del trattamento
  • alta resistenza all’usura e ai danni

Elementi variabili:

  • a seconda della portata di acqua nel filtro
  • posizionamento variabile
  • densità del tessuto filtrante
  • materiale del tessuto filtrante
  • scarico di fanghi assicurato da autogravità o con l’utilizzo di una pompa
  • a seconda della portata di acqua nel filtro
  • posizionamento variabile
  • densità del tessuto filtrante
  • materiale del tessuto filtrante
  • scarico di fanghi assicurato da autogravità o con l’utilizzo di una pompa

Filtro a disco

Funzione:

  • I filtri a disco sono indicati per la filtrazione di grandi volumi delle acque reflue, laddove è richiesta alta qualità di acqua purificata.
  • Trovano l’impiego nella filtrazione delle acque provenienti dagli impianti di trattamento delle acque reflue, dagli allevamenti ittici, nell’industria alimentare e industria della carta e nel processo di riciclaggio dell’acqua di raffreddamento in centrali elettriche. In alcuni casi i filtri possono servire anche per il recupero delle sostanze preziose dalle acque di processo.

Principio:

L’elemento di filtrazione basilare è il segmento munito di tela filtrante. L’acqua fluisce all’interno del segmento di filtrazione e le impurità sono intrappolate sul lato interno del tessuto filtrante. I segmenti sono montati sull’albero a disco. Il disco è composto di dodici segmenti. La capacità e delle dimensioni del filtro dipendono dal numero dei dischi.

Proponiamo i filtri a disco con 4, 6, 10, 16 e 24 dischi con la capacità di filtrazione compresa tra 5 a 200 μm.

La filtrazione avviene in continuo.

Vantaggi:

  • filtrazionedi grandi portate di acqua fino a 500 l/s
  • finezza di filtrazione già da 5μm
  • alta qualità dell’acqua purificata
  • poco spazio richiesto rispetto alla capacità del filtro
  • alternativa ai filtri a tamburo con microvaglio
  • basso investimento e ridotti costi operativi
  • alta affidabilità di purificazione
  • struttura molto resistente all’usura e ai danni

Elementi variabili:

  • a seconda della portata di acqua nel filtro
  • posizionamento variabile – nel canale di calcestruzzo o nel cassone in acciaio
  • a seconda della qualità di acqua filtrata richiesta
  • scarico di fanghi per gravità o con l’utilizzo di una pompa

Come risolvere il trattamento terziario in impianti di trattamento delle acque reflue urbane?

Oggigiorno il trattamento terziario è diventato una parte importante del design di impianti di trattamento idrico. Molte sono le ragioni, soprattutto il bisogno di avere rigidi parametri del bacino di raccolta osservato, l’intrappolamento di impurità durante le piogge torrenziali e la garanzia di disporre di una qualità di scarico in base ai parametri richiesti. I filtri a tamburo con microschermo costituiscono una soluzione ideale per la filtrazione di acqua provenienti da impianti di trattamento delle acque reflue.

Qui i filtri vengono applicati entro il terzo (finale) stadio del trattamento; quando l’impianto di trattamento non soddisfa a sufficienza i limiti a livello dello scarico, quest’ultimo può essere dotato in modo sicuro con i filtri a tamburo con microschermo.

FILTRI A TAMBURO CON MICROSCHERMO IN-EKO

Questo tipo di filtro a tamburo con microschermo è molto resistente ed efficiente dal punto di vista del design. Il team di sviluppo che si occupa esclusivamente di microfiltrazione ha una vasta esperienza, supportata dal fatto che il numero di filtri a tamburo con microschermo prodotti supereranno le 1.100 unità entro la fine dell’anno. Quindi, siamo uno dei principali produttori di apparecchiatura per la microfiltrazione al mondo.

L’intero design dell’apparecchiatura presta particolare attenzione alla lunga vita utile del filtro e alla minima usura dei singoli componenti. I filtri a tamburo con microschermo IN-EKO sono realizzati in acciaio inossidabile e plastica di alta qualità.

SAPPIAMO COME PERSONALIZZARE

Ogni applicazione richiedere un approccio individuale; è per questo che sono disponibili diverse varianti delle apparecchiature.

  • serie di modelli a seconda dell’apparecchiatura idraulica necessaria
  • installazione in un canale di cemento o su flange in superficie
  • sia la densità che il materiale del tessuto filtrante possono essere cambiate
  • lo scarico dei fanghi dall’apparecchiatura filtrante è assicurato dall’autogravità o dall’utilizzo di una pompa per fanghi
  • diversi livelli automatizzati e opzioni di controllo
  • è possibile mettere facilmente in funzione i blocchi completi dei filtri a tamburo con microschermi

Come funziona?

L’acqua contenente particelle solide scorre attraverso la tubazione di alimentazione o il canale all’interno del tamburo di filtrazione e le impurità sono intrappolate sul lato interno del tessuto filtrante. Successivamente, l’acqua trattata scorre verso l’esterno del tessuto filtrante. Durante questo processo di filtrazione, tutta l’apparecchiatura di filtrazione si trova in uno stato di inattività (non consumando così l’energia). Il tessuto filtrante viene gradualmente ostruito da impurità affluenti, la resistenza del tessuto al flusso aumenta e il livello dell’acqua e la pressione idrostatica all’interno del tamburo aumenteranno.

Una volta raggiunto il livello impostato all’interno del tamburo di filtrazione, il sensore di livello accende automaticamente il comando di rotazione del tamburo e la pompa di controlavaggio facendo scorrere l’acqua filtrata negli ugelli del sistema di controlavaggio. Il flusso di acqua diretto fatta fuoriuscire dagli appositi ugelli rimuoverà le impurità intrappolate sul lato interno del tessuto nel canale di scarico installato all’interno del tamburo. I fanghi saranno trasportati nella fossa fanghi e quindi espulsi all’esterno con la pompa per fanghi controllata automaticamente mediante sensori di livello installati sulla parete della fossa fanghi. Se viene assicurato scarico di fanghi autogravitazionale, la pompa dei fanghi verrà omessa. Quando il processo di controlavaggio è completato, la resistenza alla pressione idrostatica diminuirà e il tamburo e la pompa di controlavaggio vengono spenti. L’apparecchiatura verrà impostata allo stato di inattività.

Poiché la fornitura di acqua grezza non viene interrotta durante il processo di controlavaggio e l’acqua del controlavaggio proviene direttamente dall’apparecchiatura di filtrazione, non sono necessari serbatoi di accumulo aggiuntivi per acqua di controlavaggio o acqua fangosa, causando una notevole riduzione dei costi di investimento. La fossa fanghi è parte dell’apparecchiatura.
L’accensione/spegnimento automatico del filtro riduce al minimo il consumo di energia elettrica, migliora la qualità media dell’acqua filtrata e aumenta la densità dei fanghi scaricati nonché la vita utile di tutto l’impianto.

Quando il filtro a tamburo con microschermo viene messo fuori servizio a causa di mancanza di corrente elettrica, il tessuto filtrante, dopo un po’ di tempo, diventa completamente intasato e l’acqua raggiunge il livello di emergenza. In tal caso l’acqua viene scaricata con straripamento; l’acqua filtrata residua rimane pura. Una volta rimossa la causa del guasto, l’apparecchiatura sarà in grado di avviare la filtrazione senza alcun intervento all’interno del macchinario. La pompa di controlavaggio dispone di acqua sufficiente ad effettuare un controlavaggio di alta qualità del tessuto del filtro. L’apparecchiatura tornerà al ciclo originale.

Conclusione

Con il passare del tempo, l’acqua verrà considerata sempre più rara. L’uomo ha contribuito alla sua scomparsa e contaminazione a causa di varie attività considerate vitali. Tuttavia, tali attività distruggono uno degli elementi essenziali per la vita dell’uomo e di altri organismi viventi oltre che per l’ambiente. Con il filtro a tamburo con microschermo potrete dare un piccolo ma significativo contributo all’inversione di tendenza dell’impatto delle attività umane.